www.giornaledifilosofia.net

Dire il controvertibile Una riflessione sull'intero e sui domini della molteplicitÓ
di Stefano Maschietti

 

Tematicamente legato al precedente Dire l’incontrovertibile. Intorno all’analisi filosofica di Gennaro Sasso (2007), il presente contributo ne riprende la tesi della coincidenza semantica di «essere e niente» e della sua coestensività logica all’accadimento del linguaggio doxastico, per cercare di svolgerne le radicali conseguenze.

Il saggio individua nell’aporetica della «contraddizione» e della sua equivoca parentela teo-logica con l’aporetica della «contrarietà reale», il crocevia per proporre una definizione aperta della molteplicità e della vita del pensiero. L’accadimento discorsivo della vita è quindi analizzato e interpretato a riscontro dell’aporetica russelliana delle classi.

Tale mossa è funzionale sia per intendere la natura delle finzioni giuridiche attraverso cui è de-costituibile l’accadimento del mondo politico e l’inafferrabile momento costituente della sovranità, sia per proporre una definizione della realtà quotidiana e della connessa esperienza di vita in termini di «segnicità» e di «virtualità» reticolari.

L’interpretazione della realtà e dei mondi di vita in termini di «rete» e di virtualità consente infine di elaborare una decifrazione filosofica dei fenomeni della globalizzazione economica, della «virtualizzazione» delle realtà rappresentabili attraverso internet, della finanziarizzazione delle relazioni sociali di scambio e del potenziale delle tecnologie cibernetiche.

 

 

Indice: 1. La discorsività e i principi primi, p. 2 / 2. Il discorso sulla verità e la realtà del discorso, p. 15 / 3. Nuclei della realtà in divenire, p. 36 / 4. Articolazioni dell’empirico: vita, cosmo, politicità, p. 52 / 5. L’umanità, le terminologie tecniche, il nostro tempo, p. 79. 


PUBBLICATO IL : 04-11-2012


Giornaledifilosofia.net è una rivista elettronica, registrazione n° ISSN 1827-5834. Il copyright degli articoli è libero. Chiunque può riprodurli. Unica condizione: mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.giornaledifilosofia.net.

Condizioni per riprodurre i materiali --> Tutti i materiali, i dati e le informazioni pubblicati all'interno di questo sito web sono "no copyright", nel senso che possono essere riprodotti, modificati, distribuiti, trasmessi, ripubblicati o in altro modo utilizzati, in tutto o in parte, senza il preventivo consenso di Giornaledifilosofia.net, a condizione che tali utilizzazioni avvengano per finalità di uso personale, studio, ricerca o comunque non commerciali e che sia citata la fonte attraverso la seguente dicitura, impressa in caratteri ben visibili: "www.giornaledifilosofia.net". Ove i materiali, dati o informazioni siano utilizzati in forma digitale, la citazione della fonte dovrà essere effettuata in modo da consentire un collegamento ipertestuale (link) alla home page www.giornaledifilosofia.net o alla pagina dalla quale i materiali, dati o informazioni sono tratti. In ogni caso, dell'avvenuta riproduzione, in forma analogica o digitale, dei materiali tratti da www.giornaledifilosofia.net dovrà essere data tempestiva comunicazione al seguente indirizzo (redazione@giornaledifilosofia.net), allegando, laddove possibile, copia elettronica dell'articolo in cui i materiali sono stati riprodotti.